fondo rotativo frpc 2019 lazio

Finanziamenti agevolati per PMI e professionisti nella Regione Lazio

Condividi ora

Fondo Rotativo per  il piccolo credito(FRPC)

In un periodo in cui scarseggia la liquidità ed è difficile accedere al credito seguendo i canali tradizionali la Regione Lazio, tramite un Fondo Rotativo che può contare su uno stanziamento di ben 39 milioni di euro, viene incontro alle esigenze finanziarie delle piccole imprese e dei professionisti. Vediamo come.

Che cosa è il Fondo Rotativo

Il Fondo Rotativo per il Piccolo Credito (FRPC) è stato creato per concedere direttamente prestiti a piccole imprese e professionisti insediati nella regione Lazio per importi fino a 50.000 euro e a interessi zero.

Condizioni del prestito

L’agevolazione consiste in un finanziamento a tasso zero erogato a valere sulle risorse del Fondo, aventi le seguenti caratteristiche:

  • importo: min 10.000 euro – max 50.000 euro;

  • durata: min 12 mesi – max 60 mesi comprensivi di un eventuale periodo di preammortamento di massimo 12 mesi, in caso di finanziamenti di durata pari o superiore a 24 mesi;

  • tasso di interesse: zero;

  • rimborso: a rata mensile costante posticipata.

Tempi di esame e di erogazione

Attualmente è possibile avere l’esito alle domande di ammissione in un mese circa con successivi tempi di erogazione molto brevi.

Chi può accedere al credito

  • le Micro, Piccole e Medie Imprese (MPMI);

  • i Consorzi e le Reti di Imprese aventi soggettività giuridica;

  • i liberi professionisti.

E’ necessario che tali soggetti, alla data di presentazione della domanda, siano costituiti da almeno 36 mesi e che abbiano o intendano aprire, al massimo entro la data dell’erogazione del finanziamento agevolato, una sede operativa nel Lazio. E’ richiesta inoltre un’esposizione complessiva nei confronti del sistema bancario limitata ad euro 100.000,00.

Il Fondo è suddiviso tra le seguenti sezioni:

Sezione I – settore manifatturiero;

Sezione II – tutti i settori, con riserva per il settore commercio;

Sezione III – tutti i settori, esclusivamente per interventi volti al risparmio energetico;

Sezione IV – Interventi a valere su fondi regionali rivolti a:

  • artigianato
  • società cooperative
  • trasporto non di linea
  • turismo
  • botteghe storiche

Spese ammesse al finanziamento

Il finanziamento viene erogato per:

Attivi materiali e immateriali:

  • acquisto di terreni, nel limite del 10% del programma di investimento ammissibile;

  • acquisto di macchinari, attrezzature, strumenti e sistemi nuovi di fabbrica, dispositivi, software e applicativi digitali e la strumentazione accessoria al loro funzionamento; tali beni dovranno essere installati presso la sede dell’unità operativa aziendale che beneficia del sostegno;

  • acquisizione di brevetti, licenze, know-how o altre forme di proprietà intellettuale, inclusi i costi per la convalida e la difesa degli attivi immateriali.

Spese di consulenza fino ad un massimo del 10% del costo totale del progetto ammissibile:

  • servizi di consulenza specialistica prestati da soggetti esterni;

  • studi di fattibilità.

Capitale circolante, fino ad un massimo del 30% del costo totale del progetto ammissibile.

VUOI ADERIRE AL FONDO ROTATIVO?

RICHIEDI MAGGIORI INFORMAZIONI

 

Posted in Senza categoria and tagged , , , , , , , .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *