invio corrispettivi agenzie entrate obbligo

Invio dei corrispettivi con il canale Web dell’agenzia delle Entrate

Scatta l’obbligo dell’invio telematico dei corrispettivi

Dal 1 gennaio 2020 l’invio telematico dei corrispettivi entra a regime e scatta l’obbligo dell’invio anche per gli operatori economici che nel 2018 non avevano realizzato un volume di affari superiore a 400.000 euro. Per adempiere a tale obbligo i soggetti interessati devono dotarsi del Registratore Telematico (RT) oppure, ove possibile, devono adeguare il Registratore di Cassa attualmente in uso. Grazie a questa novità non sarà più necessario tenere il registro dei corrispettivi perché il Registratore, in occasione della chiusura giornaliera, predisporrà e sigillerà elettronicamente il file contenente i dati complessivi dei corrispettivi della giornata lavorativa e trasmetterà tale file al sistema dell’Agenzia delle Entrate. Inoltre, non sarà più necessaria la conservazione delle copie dei documenti commerciali rilasciati ai clienti (es. ricevute fiscali). Ovviamente, perché il tutto funzioni a dovere, è necessaria la connessione alla rete internet che deve essere attiva almeno nel momento della chiusura di cassa giornaliera, infatti, dopo la chiusura di cassa, il Registratore proverà a collegarsi con i server dell’Agenzia e, non appena il canale di colloquio sarà attivo, trasmetterà il file.

Continua a leggere…