invio corrispettivi agenzie entrate obbligo

Condividi ora

Scatta l’obbligo dell’invio telematico dei corrispettivi

Dal 1 gennaio 2020 l’invio telematico dei corrispettivi entra a regime e scatta l’obbligo dell’invio anche per gli operatori economici che nel 2018 non avevano realizzato un volume di affari superiore a 400.000 euro. Per adempiere a tale obbligo i soggetti interessati devono dotarsi del Registratore Telematico (RT) oppure, ove possibile, devono adeguare il Registratore di Cassa attualmente in uso. Grazie a questa novità non sarà più necessario tenere il registro dei corrispettivi perché il Registratore, in occasione della chiusura giornaliera, predisporrà e sigillerà elettronicamente il file contenente i dati complessivi dei corrispettivi della giornata lavorativa e trasmetterà tale file al sistema dell’Agenzia delle Entrate. Inoltre, non sarà più necessaria la conservazione delle copie dei documenti commerciali rilasciati ai clienti (es. ricevute fiscali). Ovviamente, perché il tutto funzioni a dovere, è necessaria la connessione alla rete internet che deve essere attiva almeno nel momento della chiusura di cassa giornaliera, infatti, dopo la chiusura di cassa, il Registratore proverà a collegarsi con i server dell’Agenzia e, non appena il canale di colloquio sarà attivo, trasmetterà il file.

Nel caso di operatori economici che non emettono documenti fiscali con molta frequenza, come talvolta avviene per gli artigiani, è possibile utilizzare, in alternativa al Registratore Telematico, la procedura Web messa a disposizione gratuitamente dall’Agenzia delle Entrate. In tal caso bisogna tener presente che la connessione ad internet, per poter memorizzare e generare il documento commerciale, deve essere necessariamente attiva al momento di effettuazione dell’operazione. Le due procedure non sono alternative ma possono coesistere, è possibile, ad esempio, utilizzare l’RT per le operazioni effettuate presso la sede e la procedura Web per le operazioni effettuate fuori sede. Sarà il sistema dell’Agenzia delle entrate poi a sommare i corrispettivi pervenuti dall’RT e quelli registrati con la procedura Web. Se al momento della chiusura di cassa ci sono problemi di connessione alla rete è previsto che i corrispettivi posso essere trasmessi entro 12 giorni o riconnettendo l’RT alla rete internet o copiando il file dei corrispettivi (sigillato dall’RT) su una memoria esterna (es. chiavetta USB) e utilizzando l’apposita funzionalità di upload di tale file presente nel portale Fatture e Corrispettivi. Quest’ultima procedura di “emergenza” è stata prevista in tutti quei casi in cui l’esercente ha problemi di connessione ad internet.

 

Nei periodi di chiusura dell’attività non dovrà essere effettuata alcuna registrazione sull’RT, quest’ultimo comunicherà le giornate di chiusura al momento della prima trasmissione dei corrispettivi immediatamente successiva.

 

La mancata memorizzazione e trasmissione dei corrispettivi, o quando gli stessi vengono memorizzati o trasmessi con dati incompleti o non veritieri, comporta la sanzione pari al 100% dell’imposta relativa all’importo non correttamente documentato con un minimo di 500 euro. È prevista, inoltre, la sanzione accessoria della sospensione della licenza o dell’autorizzazione all’esercizio dell’attività, ovvero dell’esercizio dell’attività stessa, nei casi più gravi di recidiva. È molto importante, quindi, attivarsi sin da subito per verificare e acquistare – presso i rivenditori autorizzati – il registratore telematico ovvero adattare, se tecnicamente possibile, il registratore di cassa già in uso. Si consideri però che, per chi non è riuscito a dotarsi in tempo di un registratore telematico, la legge ha previsto una moratoria delle sanzioni che durerà massimo per sei mesi: pertanto, gli operatori con volume d’affari superiore a 400.000 euro dovranno necessariamente dotarsi dell’RT (o usare la procedura Web dell’Agenzia delle entrate) entro il 1° gennaio 2020. Tutti gli altri operatori dovranno al massimo adeguarsi entro il prossimo 1° luglio 2020.

Posted in Senza categoria and tagged , , , , , , .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *